LA BUSSOLA Il collezionista di stelle


MARTEDI 13 febbraio 2024
 21.15


Regia di ANDREA SOLDANI
Soggetto di  MARIO BERNARDINI, ANDREA SOLDANI, GIUSEPPE SCARPA, SIMONE DE RITA

Prodzione: LUX VIDE, SOCIETÀ DEL GRUPPO FREMANTLE,
E RAI CINEMA
Distribuzione ADLER ENTERTAINMENT

ITALIA, 2023 - 90 min.





Gli anni della Versilia ruggente sono stati un periodo irripetibile, magico, al quale hanno contribuito in tanti. Un uomo però in particolare ha segnato quel periodo in cui la gioia di vivere e il boom economico spingevano a divertirsi e a guardare al futuro con fiducia. È Sergio Bernardini, un sognatore che con il suo intuito ha creato il firmamento della musica italiana.
Dagli anni ’60 agli anni ’80, La Bussola ha sprovincializzato lo spettacolo, la cultura e i costumi italiani, diventando un vero e proprio crocevia culturale.   
Mina, Adriano Celentano, Gino Paoli, Ornella Vanoni, Lucio Battisti, Renato Carosone, Luigi Tenco sono solo alcuni degli artisti nati sul palco de La Bussola, un palco calcato anche da personaggi come Vittorio Gassmann, Gigi Proietti, Walter Chiari, Paolo Villaggio, Alighiero Noschese, Renzo Arbore e grandi star internazionali del calibro di Louis Armstrong, Marlene Dietrich, Duke Ellington, Shirley Bassey, Chet Baker, Liza Minnelli...
Gli eredi, gli amici, i collaboratori e le Stelle di Sergio Bernardini ci guideranno in questo straordinario racconto, attraverso interviste esclusive e materiali di repertorio. Tra gli intervistati: Gino Paoli, Stefania Sandrelli, Ornella Vanoni, Carlo Conti e tanti altri.
La Bussola - Il collezionista di stelle è un documentario per il cinema che racconta, attraverso repertori e interviste esclusive, il locale più importante della storia della musica italiana e l’uomo che, con il suo spirito imprenditoriale, rivoluzionò il jet-set del Bel Paese.

NOTE DI REGIA - ANDREA SOLDANI
Quando nel 1995 Gianni Minà e Mario Bernardini mi chiamarono per fare la regia televisiva della 1° edizione del premio dedicato a Sergio Bernardini, mi si aprì inaspettatamente la porta della macchina del tempo. Ero sul pratino de La Bussola dove il pomeriggio si giocava a carte, insieme ai miei genitori. Li andavo a trovare perché il mio babbo diceva che gli portavo fortuna. Poi sgattaiolavo dentro quel locale pieno di luci e di suoni a vedere le prove di Mina, Celentano, Aznavour... Era la metà degli ann’60 e guardare dal vivo quei personaggi che avevo conosciuto da poco tramite il bianco e nero della tv mi sembrava una cosa straordinaria. La galleria di immagini collezionate dalla mia memoria fu talmente forte che dopo trent’anni mi sembrò naturale dire a Mario “dobbiamo fare un film su tuo padre”. Scrivemmo insieme un progetto. Lo portai in giro, lo proposi, ma non successe nulla. Forse ci voleva ancora del tempo. E poi un giorno, quando meno te lo aspetti, le cose accadono. Il documentario racconta la storia di Sergio il collezionista di Stelle, il sognatore capace di rivoluzionare per trent’anni lo spettacolo dal vivo in Italia; ma è soprattutto un affresco su una pagina probabilmente irripetibile della nostra storia, in cui si intrecciano artisti, musica, costume, cambiamenti sociali, economici e politici. Un contributo alla memoria di un visionario in un Paese che guardava al futuro

FILMOGRAFIA – ANDREA SOLDANI
Andrea Soldani, regista e autore, esperto di comunicazione cross-media. Direttore artistico di Festival di Teatro di strada negli anni ’80, firma nel ‘89 il suo primo documentario “Tuttotondo”, girato a Pisa insieme all’artista americano Keith Haring. Nei primi anni ‘90 realizza “La Signora delle Alpi” e “Cuneo provincia granda” per la Fascino di Maurizio Costanzo, con il quale inizia la sua carriera televisiva come regista e autore. Firma programmi di approfondimento e informazione con Gad Lerner, Michele Santoro, Andrea Purgatori, Davide Sassoli e altri importanti giornalisti e conduttori italiani. Nel 2016 firma la sua ultima regia televisiva con Beppe Severgnini per dedicarsi negli anni successivi alla comunicazione d’impresa nel settore delle piattaforme digitali. Dal 2019 è Direttore Artistico di Gecko Fest, festival multidisciplinare dedicato ai grandi cambiamenti del nostro tempo che si svolge in Umbria. Nel 2023 con La Bussola - Il collezionista di Stelle torna a firmare un documentario come regista e come autore.